Cazzago di Pianiga (VE)  -  (+39) 041 5101757  -  info@serecosrl.it
 / 
Search Open/Close
Open/Close Header Details
Search

Tecnologia MBR

La Ser.Eco. depurazione acque grazie alla propria esperienza maturata negli anni è divenuta leader nella progettazione e costruzione di impianti a tecnologia MBR.

La tecnologia “MBR” oltre a garantire la rimozione pressoché completa dei solidi sospesi e dei batteri dall’effluente, fino a renderne possibile il suo riutilizzo per usi tecnici, consente di ottenere impianti molto compatti o la possibilità di raddoppiare la capacità dei depuratori esistenti senza dover realizzare nuovi reattori.

Un impianto MBR è un sistema di trattamento biologico a biomassa sospesa che abbina un sistema di filtrazione su membrane per la chiarificazione della biomassa, anziché la classica sedimentazione per gravità.

Tutti i ns. clienti dopo l’avviamento e la messa a regime dell’impianto possono ottenere il servizio di assistenza tecnica e manutenzione programmata, questo anche con la collaborazione di società di gestione con noi consociate presenti su tutto il territorio.

Gli impianti sono totalmente automatizzati mediante l’utilizzo di microprocessore PLC e PC industriale che, oltre a gestire le normali operazioni, è in grado di segnalare eventi anomali o guasti per consentire un rapido ripristino delle funzionalità.

Mediante una connessione internet è possibile verificarne il funzionamento, gestire eventuali operazioni di messa a punto ed intervenire sui parametri di funzionamento per ottimizzare la gestione tecnica.

Il dimensionamento dell’impianto, oltre a soddisfare l’esigenza di garantire il massimo della flessibilità, viene progettato per ottenere la massima compattezza di realizzazione.

Le ampie garanzie sulla tecnica MBR adottata sono frutto dell’esperienza maturata da Ser.Eco., con oltre 180 MBR progettati e costruiti.

Il notevole numero di analisi eseguite per la messa in funzione e per il monitoraggio della gestione, dimostrano il raggiungimento di standard qualitativi molto elevati e di bassi costi di manutenzione (il 90% degli impianti dopo 5 anni sono ancora in funzione con le stesse membrane) ed il raggiungimento di un’ottima affidabilità e sicurezza di funzionamento.

Nel tempo Ser.Eco Depurazione Acque ha studiato, imparato, sperimentato ed ottimizzato la tecnologia MBR; oggi siamo in grado di selezionare il produttore e la tipologia di membrane che, in riferimento al tipo di applicazione, risultino le più performanti.

Schema di impianto in continuo

Schema di impianto con sistema MBR

 

La gestione del processo è molto semplice e la reale automazione si completa con la semplicità e sicurezza prestazionale della fase biologica dove non occorre più controllare la sedimentabilità del fango né calibrarne il ricircolo e la sua concentrazione che può arrivare a 14 kg TSS/m3.

Con un processo che utilizza le membrane al posto della classica sedimentazione sono offerte le massime garanzie sulla qualità finale dell’effluente scaricato. Con la filtrazione nominale nel campo dell’ultrafiltrazione sono pressoché assenti i solidi sospesi e si riducono i fosfati e quindi i reagenti defosfatanti.

La parete della membrana si comporta come una barriera meccanica trattenendo oltre a i solidi sospesi anche i batteri e molti virus.

Il sistema di chiarificazione a membrane applicato al processo biologico consente di superare le difficoltà di gestione della fase ossidativa anche quando questa opera in presenza di fango con scadenti caratteristiche di sedimentabilità.

Gli organismi filamentosi, che proliferano facilmente in reflui con carenza di elementi nutritivi (N-P) non influenzano minimamente il rendimento di un sistema MBR.

La manutenzione e gestione di un impianto a membrane è nel suo complesso meno impegnativa di un processo convenzionale; l’estrazione del permeato ed il controllo della filtrazione è completamente automatico e non necessita di personale.

In sintesi, le caratteristiche peculiari dei reattori MBR possono così riassumersi:

  • le membrane sono una barriera assoluta per il particolato, danno quindi la garanzia di assenza di solidi sospesi nell’effluente, garantiscono una produzione di acqua depurata di elevata qualità di gran lunga migliore rispetto a qualsiasi altro trattamento convenzionale, qualità che rimane sempre elevata e costante nel tempo;
  • la gestione dell’impianto di depurazione è molto semplice ed è completamente automatizzata e non occorre dunque più intervenire nella gestione del processo biologico per garantire la sedimentabilità del fango;
  • possibilità di operare con elevate concentrazioni di solidi sospesi nella miscela aerata così da consentire l’eventuale riduzione del volume del reattore biologico;
  • operare con una concentrazione del fango molto elevata significa incrementare l’età del fango stesso e la sua mineralizzazione e quindi indurne una specifica riduzione per kg di COD alimentato. Minor consumo di additivi coagulanti e flocculanti per il controllo della sedimentabilità della biomassa, con evidenti benefici economici nei costi di gestione;
  • il sistema è modulare per sua natura e tiene conto della possibilità di espansione della superficie installata, sulla quale potrebbe essere necessario intervenire durante la vita dell’impianto.
Back To Top